QUESTIONARI

E tu cosa ne pensi? Compila i questionari ANONIMI prima e dopo aver realizzato il progetto in classe.

compila
PER GLI INSEGNANTI

Scopri come partecipare alla challenge con i tuoi studenti e studentesse.

partecipa

Blog

EPISODIO #4: L’OTTOVOLANTE STREGATO

Franci non parla esattamente come uno psicologo della coppia, ma ha centrato il punto. Vediamo di spiegarlo meglio. Quando ci innamoriamo, portiamo nella storia quello che siamo, quello che ci rende unici, nel bene e nel male: i nostri pregi, i nostri difetti, i nostri sogni e anche i nostri tormenti segreti. Non sappiamo se e quanto durerà, quanta sarà la felicità e quanta la sofferenza, ma se siamo in due a metterci in gioco alla pari, lealmente, ogni relazione, anche la più breve e sfortunata, sarà un viaggio che ci renderà entrambi migliori. Se invece ci lasciamo guidare dai pregiudizi non-morti di cui stiamo parlando, la love-story non sarà un viaggio costruttivo. Sarà un ottovolante malsicuro e arrugginito come quelli dei vecchi luna park. Ci ritroveremo immobilizzati in un su-e-giù adrenalinico fra esaltazione e paura, da cui scenderemo con lo stomaco sottosopra, i nervi distrutti e un gran male al sedere. E magari anche con una bocciatura alla fine dell’anno scolastico. È quel che sta succedendo alla povera Vane. L’affascinante ragazzo con cui si è messa insieme il giorno di San Valentino nascondeva tante fragilità e le sta sfogando su di lei attraverso comportamenti violenti, sia fisici che psicologici. Perché è violenza quella che lascia segni visibili sui polsi, ma lo è anche quella che esaurisce le risorse interiori e toglie la gioia di vivere. Ed è la più subdola, perché è più facile da negare e da nascondere. Per questo dobbiamo stare attenti a non sottovalutare segnali sospetti come i cambiamenti di umore e di abitudini, il desiderio di isolamento e il calo del rendimento scolastico. Le storie d’amore con la totale garanzia di felicità non esistono, ma se una storia ci rende sempre più infelici e demotivati ci sono altissime probabilità che non si tratti di una relazione sana, e che il nostro partner, più o meno consapevolmente, ci stia facendo del male.

Teo e Vane, prigionieri del loro ottovolante stregato, stanno urlando silenziosamente il loro bisogno d’aiuto. Ma perché Vane non lancia l’allarme? Perché non fa di tutto per scendere?

Lo scopriremo nel quinto episodio della nostra serie.